Francesca Arri – Workshop and Choral Performance

Collaborative work:

If you are interested in collaborative work, Francesca Arri is interested to work with Irish based artists performers, students, young artists and people interested to experience performing language. Francesca Arri will conduct her workshop proposing her approach to Performance Art.

Participants are required to be available to participate at three sessions, 28th 29th and 30th of June 2017, from 2pm to 5pm and from 4pm to 9,30pm on the 30th of June at Teatro Espace, with performance on the 30th of June as part of Moving Bodies Festival. The selected performers will acquire, through activities, motor skills, vision and skills to use their bodies as a living instrument for the realization of a complex choral work conceived and directed by Francesca Arri.

Apply by the 16th of June 2017: Francesca Arri | trinciabue_fra@libero.it
with the following details: name surname age occupation qualification any previous experience or artistic CV (not mandatory for those first experience) contact (email, phone number, and contact fb).

Francesca Arri Brief CV

2016

The living art, 8 e 9 ottobre, Schio

Purr…, performance, Female Cut 8th Anniversary, Lanificio 159, Roma, a cura de LE RAGAZZE DEL PORNO

2015

Lago Film Fest, a cura di Anna Zerbano Pezzin, Viviana Carlet e Carlo Migotto

Psichic Tv @The Others Stay Gold

Convivium @ Artissima, Notte delle Arti Contemporanee a cura di Teatro a Corte, Fondazione TPE

Premio Autofocus, Barricole,Torino,  a cura di Olga Gambari

Panorama, Galleria Moitre a cura di Olga Gambari, mostra e performance.

Le guerre degli altri, The Others, ex Carceri Le Nuove, Premio Autofocus per la performance

Art for Porn, Le dictateur Milano a cura de LE RAGAZZE DEL PORNO

Intimate Trasgression: White Box Gallery New York, CAPA (Center for Asian Pacific Affairs) New York e in seguito anche a Pechino e Shanghai

2014

A piece Of Paper, a cura di Raffaella Bassi e Sara Bertolotto, Spazio Ferramenta, Torino

La marcia della Locusta, per The Others, ex Carcere Le Nuove a cura di Galleria Alessio Moitre

Ars captiva Groove, Fondazione Merz, Torino

Robot 06, Bologna a cura di Federica Patti e Marcella Leoconte

2013

Il rumore del pettegolezzo, The Others, ex Carcere Le Nuove a cura di Spazio Ferramenta

Qui e Ora, ex Fabbrica Leone, a cura di Alessio Moitre e Viola Invernizzi

IMT Video Art Festival ( Palermo, Atene, Madrid, Cordoba, Montevideo )

Marble Weeks, Carrara

Video. it , Fondazione Merz, Torino

2012

Azione, a cura di Susanna Sara Mandice e Raffaella Bassi, Spazio Ferramenta, Torino

e Bellezza sia! Modiglaiani, Warhol, Mapplethorpe, La Dolce vita, Oggi, Fondazione 107, Torino

Uninged Festival, Londra

Tpa, Torino Performance Art, Accademia Albertina, Fondazione Pistoletto

Self-Portrait, nel corso della residenza 7even to 7even, per l’evento III Open Studio,AltoLab, Laboratorio Aperto per le Arti Contemporanee

2011

Fondazione Hangar Bicocca di Milano

Unaltra storia. Arte Italiana, dagli anno Ottanta agli anni Zero, CRAB, Centro Ricerche Accademia di Brera, Milano a cura di Edoardo Di Mauro

Museo d’Arte Contemporanea di Tel Aviv per I sensi del Mediterraneo, a cura di Martina Corgnati;

12th Instanbul Biennale, Marmara University

2010

Red Fish Factory Anversa per Torino Anversa Andata e Ritorno, progetto mostra/residenza di Arteco in collaborazione con Atelier Fabre e Coal Face;

Versus XVI, Velan Centro per l’Arte Contemporanea , Torino, a cura di Alessandro Trabucco,

Tempi precari, a cura di Francesco Poli e Lisa Lenhard, varie sedi

Mettiti in gioco, a cura di Giorgina Bertolino e Plinto

2009

Movimentazioni, Intercultura della giovane arte, Palazzo Ducale, Genova, a cura di Emilia Marasco

Intermedia, selezione di altri media d’artista, Fondazione “O”, Milano, rassegna internazionale del libro d’artista a cura di Giorgio Maffei;

Workshop della mostra personale di Glenn Brown , Fondazione Sandretto Re Rebaudengo ,Torino

Scogliere, Accademia Albertina, Torino, a cura di Radu Dragomirescu, Franco Fanelli, Gianfranco Rizzi

Ars Captiva 2  Horror vacui horror pleni, Ex carceri Le Nuove, Torino, Workshop e Performance con Peader Kirk, progetto a cura di Maria Teresa Roberto e Roberta Romoli

Workshop avec Les Ballet de la C e de la B

2008

Nuovi Arrivi Ghost Track, a cura di Maria Teresa Roberto, Accademia Albertina, Torino

Scogliere, a cura di Radu Dragomirescu, Chiesa dei Barnabiti, Firenze

Francesca Arri è un artista visiva che declina il linguaggio performativo attraverso differenti media compiendo un’analisi dei limiti dell’uomo e della società attraverso l’empatia e la condivisione delle esperienze, tracciandone il limite non come segmento finale ma come spazio educativo e di confronto con il prossimo in un dialogo tra alta e bassa cultura. Il corpo diventa il veicolo, con cui la Arri racconta le sue osservazioni sul mondo che ci circonda, trattando la carne come materia da costruire, plasmare, sfruttare come mezzo di comunicazione, elemento improbabile che si confronta con le situazioni per enfatizzarle, renderle grottesche, brutali, ironiche e per questo immediate. L’imbarazzo e il suo superamento mettono in contatto il pubblico con l’opera d’arte e con l’artista stesso aprendo una porta alla variabilità degli eventi, all’aspetto ludico dell’interazione con il prossimo che sperimenta l’esperienza performativa da protagonista.

%d bloggers like this: