Sara Bracco I Maurizia Mannucci

De la guerre

con Maurizia Mannucci, Sara Bracco

sound design : Roberto P. Siguera

16 Giugno ore 21, Teatro Espace

Performance DeLaGuerre

Il tema della performance è la guerra intesa come condizione esistenziale dell’umano.

Il corpo e la mente sono i contenitori del conflitto interiore. Riconoscere questo conflitto è il punto di partenza per arrivare all’essere, combattendo i  “demoni” che attanagliano l’umanità.

Nel loro viaggio le due performer analizzano in particolare la realtà delle donne, da sempre esposte e bombardate da schemi di comportamento imposti, da regole di bellezza prestabilite e frustranti, da rigide impalcature che ne incatenano l’anima, la vera essenza. Corpi sempre più omologati, resi oggetti, esseri non pensanti e alienati. Guidate dalle parole di Mariangela Gualtieri e dalla musica elettronica, Sara e Maurizia diventeranno contenitori di stati, contaminazioni ed evoluzioni.

“Noi siamo solo confusi,  ma sentiamo. Sentiamo ancora. Siamo ancora capaci di amare qualcosa. Ancora proviamo pietà. C’è splendore in ogni cosa. Io l’ho visto. Io ora lo vedo di più. C’è splendore. Non avere paura. Il tuo destino è l’amore. Sempre. Nient’altro.”

Maurizia Mannucci:

Laureata al Dams di Bologna in discipline teatrali; si diploma in danza contemporanea presso la scuola del Teatro Nuovo di Torino. Ben presto sente il bisogno di una dimensione più spirituale della ricerca corporea e si avvicina alla Danza Sensibile e alla Danza Butoh con Doriana Crema, Gerardo Mele, Yumiko Yoshioka, Minako Seki, Ken Mai ed altri. Nel teatro si forma e collabora con diverse compagnie italiane come Teatro Valdoca (Cesena) e Marcido Marcidoris e Famosa Mimosa (Torino). Parallelamente completa gli studi con il Master di Teatro Sociale e di Comunità. Realizza e dirige progetti di teatro sociale in contesti delicati quali ospedali, scuole e periferie.

Sara Bracco:

Sara si forma con la danza classica per poi passare alla sperimentazione di molte altre discipline del movimento, dalla danza moderna, all’hip hop per poi arrivare alla contemporanea. Incontra e rimane affascinata dal Butoh grazie agli insegnamenti della danzatrice Anna Vullo, Importanti per lei gli incontri formativi ricevuti da maestri quali Sayoko Onishi, Ken Mai, il Takla Improvising Group, Doriana Crema, Paolo Antinucci, Francesca Cinalli, Gabriella Ceritelli e Serena Zanconato. Tra i vari progetti a cui ha partecipato, fondamentale il percorso formativo de “La danza dei mutamenti” sul Libro dei Mutamenti (I Ching) organizzato da Tecnologia Filosofica in collaborazione con la Fondazione Live Piemonte dal Vivo, il progetto “Hokusai in Parco Dora” di Serena Zanconato e Micron e “Uovo” studio performativo di danza e video di Serena Zanconato e Rajan Craveri.

Gerardo Mele :

Danzatore e attore italiano, Gerardo Mele è attivo in Francia, Svizzera, Italia nella creazione e nell’insegnamento con la compagnia “Les Fusains” (Parigi) diretta da Pierre Byland, del quale è assistente e coautore in “Solo Sei” (2002), “Cadavre Exquis” (2008), “Masterklass” (2011). Dal 1990 pratica la Danza sensibile con C. Coldy e continua il suo lavoro di ricerca sul movimento con D. Crema. Performer con la compagnia “Stalker Teatro”, con la quale partecipa a numerosi progetti anche internazionali. Si è formato tra gli altri con M. Schnitker, P. Byland, R. Giordano, D. Crema, G. Rossi, A. Sagna, C. Coldy, R. Castello, G. Boccaccini, P. Sasaki, R. De Koning. Nel 1993 completa gli studi in medicina orientale e pratica come operatore ed insegnante.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s